Tornati dalle vacanze il tanto temuto #backtoschool è arrivato. Io, per esorcizzare questo tragicomico periodo dell’anno, al rientro dalle ferie mi chiudo in cucina per sperimentare e personalizzare i piatti assaggiati in vacanza.

Quest’anno sono stata in Grecia e la cucina che ho testato è talmente buona che non necessita di personalizzazioni. Il piatto che più di tutti mi ha colpito sono le domatokeftedes. Non allarmatevi, non sono altro che frittelle di pomodori talmente buone che resistere è impossibile.

Si tratta di una merenda estiva deliziosa e facile da preparare. Sono una specialità dell’isola di Santorini ed è infatti con i pomodori di Santorini che le domatokeftedes danno il meglio di sé. Tuttavia, dato che difficilmente in casa avremo dei pomodori di Santorini, le prepareremo con i nostri pomodori. Quelli che più si avvicinano alla qualità originale secondo me sono i pomodori pachino.

Ecco la ricetta e il procedimento:

 

Sapori di grecia la ricetta delle domatokeftedes

Ingredienti

1kg di pomodori maturi
500g di cipolla
25g di menta fresca tritata
1 cucchiaino di origano
sale e pepe
3-4 cucchiai di farina 00
un pizzico di bicarbonato di sodio
olio vegetale per friggere

Procedimento

Tagliate a metà i pomodori e grattugiateli. Questo procedimento è fondamentale per la buona riuscita del piatto, se metterete infatti i pomodori nel mixer e li frullerete, il risultato non sarà garantito. Mettete i pomodori grattugiati in uno scolapasta e lasciate che perdano il loro liquido per 1 o 2 ore. Fate la stessa cosa con la cipolla dopo averla grattugiata. Dopo un’ora mettete i pomodori e la cipolla in una terrina e aggiungete tutti gli altri ingredienti fino a ottenere una pastella solida. Se necessario aggiungete più farina: dipende tutto dalla qualità dei pomodori e dal loro contenuto di liquidi.
Scaldate una grossa quantità d’olio in un tegame e friggete l’impasto a cucchiaiate in modo da ottenere delle frittelle.

Cosa ne pensate? Attendo con ansia i vostri commenti!