Ormai sugli scaffali della grande distribuzione si vedono tantissime zuppe fresche, passati, vellutate, minestre, ecc. Sono pronte, comodissime e buone, in alcuni rari casi sono anche abbastanza “sane” (controllate sempre tutti gli ingredienti sull’etichetta ed evitate i conservanti) ma volete mettere con una vellutata homemade preparata con le vostre manine? Non c’è davvero paragone, provare per credere.

Per questa ricetta ho deciso di abbinare le zucchine alle fave, ma si possono usare anche i piselli.
Questa pianta, della famiglia delle Fabaceae, è originaria dell’Asia Minore ed era ben conosciuta già ai tempi dell’antica Grecia. Il contenuto proteico ne ha fatto per lunghi periodi uno dei classici cibi dei poveri, grazie al prezzo economico, alla facilità di coltivazione e alle ottime proprietà salutari e nutrizionali. Le fave sono tra tutti i legumi quello meno calorico ma ad alto potere nutritivo, inoltre sono particolarmente indicate per contrastare l’anemia.

INGREDIENTI
3 zucchine verdi
300 gr fave cotte
q.b. brodo vegetale (preparato con carota, sedano, cipolla e porro)
1 cucchiaio di curcuma
1 cucchiaino di semi di finocchio

Tagliare le zucchine a rondelle, metterle in una casseruola con un filo di olio, sale marino integrale e la curcuma. Versare una tazza di brodo e far cuocere con il coperchio. Quando le zucchine sono morbide aggiungere le fave e i semi di finocchio (o altri aromi a piacere) e lasciar cuocere insieme per altri 5 min.
Versare altre due tazze di brodo e frullare il tutto con un frullatore a immersione.
Se si vuole una crema più diluita, aggiungere altro brodo. Aggiustare di sale e servire con una spolverata di gomasio o semi di sesamo.

*Questo articolo contiene alcune considerazioni e consigli, ma prima di seguire un regime alimentare specifico, è sempre bene consultare il proprio medico