Una mezza sfera trasparente e cristallina: non so se definirla minimale, futuristica o geniale. Di fatto effimera, dal momento che va consumata il più velocemente possibile, pena la sua fine in una pozza d’acqua.

Si chiama raindrop cake, il dolce che sta invadendo ogni centimetro quadrato del web.

La raindrop cake è letteralmente una goccia a base di agar (un polisaccaride usato come gelificante naturale e ricavato dalle alghe rosse), nata da un’idea del pasticcere giapponese Darren Wong ed è la moda del momento a New York, dove viene venduta – presso il mercato metropolitano di Smorgasburg – al prezzo di 8 dollari a porzione!

Si ostinano a chiamare “torta” un ammasso gelatinoso che non ricorda nemmeno lontanamente un dolce e che a prima vista pensi sia una bufala del web.

Di fatto, la cosa rivoluzionaria – oltre che nella originale forma – sta nell’assenza o quasi di calorie: praticamente una goccia d’acqua dolce a 0 calorie. Il quasi è dovuto al fatto che la raindrop cake viene accompagnata da miele e noci.

A detta di chi l’ha assaggiata veramente “la consistenza è strana, invitante e sexy, si scioglie letteralmente in bocca, tuttavia il dopo-assaggio mette voglia di cibo vero”.

Per chi volesse cimentarsi nella raindrop cake, vi giro la ricetta.

Ingredienti

– 15 grammi di agar
– 12 grammi di zucchero semolato
– 500 cc di acqua
– miele q.b.
– noci q.b.

raindrop-cake-dolce

Preparazione

In una pentola versate l’agar e lo zucchero semolato e aggiungete poco alla volta l’acqua per far sciogliere completamente il mix.

Mettete la pentola sul fuoco e, girando di tanto in tanto il liquido, portate a ebollizione. Successivamente, dovrete versare il liquido in uno stampo rotondo e lasciate raffreddare in frigorifero il tempo necessario a farlo indurire (il tempo non è specificato nella ricetta originale, quindi consigliamo di controllare il composto ogni tanto).

Appena è pronto, togliete il dolce dallo stampo e aggiungete miele e noci a piacere.