E’ un po’ di giorni che noto che ogni supermercato ha prodotto volantini con le offerte dedicate ai Mondiali di calcio.

Ne ho qui davanti tre diversi, e tutti offrono sconti sugli stessi identici prodotti. Bene, li ho letti con cura e il quadro che ne esce è uno e uno solo: durante i mondiali di calcio lo spettatore medio italiano ingrasserà a dismisura, altro che prova costume! A leggere questi volantini pare che davanti alle partite si possa nutrirsi esclusivamente di porcherie, come salatini di ogni tipo (meglio se salatissimi e al formaggio), patatine (meglio se al formaggio), würstel in grande quantità (ebbene sì, c’è anche la versione al formaggio) e bibite gasate dolci (per fortuna senza formaggio). Ora, io mi chiedo, ma perché????

A parte che ho consultato gli orari delle partite e nessuna è in comodo orario da aperitivo, ma non capisco perché durante i Mondiali dovremmo smettere di cenare bene e nutrirci solo di porcherie. Ho fatto un mini sondaggio su Facebook e c’è chi dice che Fantozzi sia leggenda con la sua ‘frittatona di cipolle, familiare di birra gelata, tifo indiavolato, e rutto libero’. Ok, ma la frittata di cipolle non è cibo-spazzatura, anzi è un pasto nutriente e completo. Sul rutto libero sono un po’ in forse… metti che la partita la guardi con i colleghi e si auto invita anche il capo? O inviti una su cui vuoi fare colpo? Forse è un tantino azzardato digerire a tutto volume in questi casi. Comunque sia, io mi chiedo: ma uno spaghetto tutti insieme mentre si tifa Italia non sarà meglio?? Tanto una donna a cui il calcio non interessa in casa c’è sempre, quindi guarderà sì gli azzurri per spirito patriottico e per vedere quali sono belli, ma con un occhio solo, a tratti, e intanto potrà cucinare per godersi una bella cena con gli amici (tutti incollati allo schermo).

Ho pensato che il problema è che magari si mangia sul divano, e allora salatini e patatine sono più facili e non si corre il rischio di sporcare il divano bianco immacolato con il sugo di pomodoro (ma anche voi, scegliere un colore più a prova di macchia??).

Ecco, allora propongo io un’alternativa, che si può mangiare con le mani se si sta tutti sul divano, si può mangiare freddo se fa un caldo atroce come oggi, si può cucinare anche il giorno prima se arrivate a casa giusto in tempo per la partita e non avete tempo, o si può consumare caldo e seduti intorno a un tavolo. Con litri di birra gelata, ovviamente: quella c’è in tutti i volantini, Fantozzi la esige, e io non ci rinuncio per niente al mondo!

Mini quiche alle verdure e formaggio

miniquiche

Dose per 6-8 persone, dipende dalla grandezza degli stampi:
– 500 g circa di broccoli
– 250 g di ricotta
– 50 ml di latte
– 3 uova
– 100 g di Parmigiano Reggiano
– aglio

Per la pasta brisè:
– 200 gr farina
– 100 gr di burro freddissimo a pezzi
– 50 ml di acqua freddissima
– 1 pizzico di sale

Mescolate in un robot da cucina farina setacciata, sale e burro finché la consistenza sarà simile a sabbia. A questo punto aggiungete l’acqua (ma non tutta in una volta, fermatevi quando la consistenza vi sembra giusta) fino a formare una palla come per la frolla, che avvolgerete in una pellicola e lascerete riposare in frigorifero per 30 minuti.
Cuocete i broccoli al vapore e poi tagliateli in pezzi piccoli. Rosolateli in una padella con olio e uno spicchio di aglio (che poi va eliminato). Regolate di sale e pepe e fate raffreddare. Intanto in una ciotola sbattete uova, latte e ricotta e il Parmigiano, e i broccoli per ultimi. Imburrate 6 o 8 stampini di ceramica da forno (vanno bene anche quelli di alluminio usa e getta, se non ne avete). Stendete la palla di brisè aiutandovi con due fogli di carta da forno (sarà più facile) a uno spessore di circa 4 mm (se è troppo alta poi fatica a cuocere). Ricoprite gli stampi con la brisè e riempiteli con il ripieno. Sulla superficie potete mettere dei cubetti di scamorza o del pangrattato. Cuocete in forno a 200° per circa 30 minuti.