Chi cucina ogni giorno si barcamena tra un numero imprecisato d’ingredienti. Si ricerca una qualità specifica di lenticchie, si fa particolare attenzione alla razza bovina e alla provenienza del cacao contenuta nella tavoletta da fondere per la mousse.

C’è una vera propria gara a scoprire prodotti di nicchia e produttori talentuosi che sappiano coltivare e trasformare ciò che madre natura offre in prodotti d’eccellenza.

In questa rubrica vorrei condividere con voi le mie ricerche e le mie scoperte, proponendovi ingredienti di qualità, frutto di fatica e sapere.

Detto ciò vorrei parlarvi del primo ingrediente selezionato che pur essendo alla base della nostra alimentazione spesso non viene considerato, anzi potrei dire che viene proprio bistrattato. Raramente è citato nella lista di prodotti che servono per creare un piatto ma senza di questo pochissime preparazioni potrebbero essere realizzate.

Curiosi? Sto parlando dell’acqua.

Pensate di preparare una qualsiasi cena, escludendo ovviamente i prodotti semilavorati da decongelare, senza avere a disposizione della semplice acqua o qualche suo derivato (brodo, fondi, etc etc), impossibile.

A quella cena sul nostro tavolo mancherebbero pane, pasta, riso, minestre, verdure, sorbetti e creme e molti altri cibi.

L’acqua oltre ad essere utilizzata dalla maggior parte di noi per lessare, ha un ruolo fondamentale negli impasti, in particolare modo negli impasti di focacce e pizze. L’idratazione di queste preparazione può variare e con essa variano i tempi di lievitazione da cui dipende la digeribilità.

Impasti molto idratatati richiedono tempi lunghi ma regalano un prodotto leggero, profumato ed alveolato; caratteristiche che rendono estremamente digeribili i prodotti da forno.

L’acqua è tutta uguale?

Esistono diversi tipi di acque, più o meno dure; non avete letto male ho scritto proprio acque dure, infatti la “durezza” di un acqua si calcola in base agli ioni di calcio e magnesio presenti in essa oltre ad eventuali metalli pesanti.

Questo modifica e caratterizza ricette e preparazioni. Spesso si sente dire: “Il caffè come a Napoli non si beve da nessun’altra parte.” Oppure qualcuno si sarà accorto che quando cerca di replicare una semplice pastasciutta nella sua casa al mare il sapore è differente rispetto a quella che si prepara in città.

L’acqua è tutto e dalle sue specifiche caratteristiche nascono  ricette uniche,  tant’è che è stata creata una vera e propria competizione culinaria tra chef stellati denominata Acqua di Chef in cui vengono proposte ricette che hanno come ingrediente principale appunto l’acqua.

La prossima volta che cucinerete assaporate con più attenzione la vostra acqua.